SolarLamps

Led, Luci Led, Illuminazione Votiva, Illuminazione Naturale

Lampade Led

luglio 6th, 2011

La tecnologia d’illuminazione a LED è molto promettente e i via di sviluppo ma non se ne possono ignorare i rischi pertanto l’Anses raccomanda di escludere l’adozione di illuminazione a LED per l’illuminazione pubblica, di KLEOS.it”>lampade led limitarne l’uso in ambienti di lavoro, e chiede di adeguare le norme riguardo la sicurezza fotobiologica dei LED per tener conto e tutelare le popolazioni e i lavoratori, quali gli installatori di impianti di illuminazione, particolarmente esposti a questo rischio.Array La scelta di costruire un impianto con tecnologie innovative nasce da una serie di fattori. MANUTENZIONE INESISTENTE: oltre 10 anni di vita media. Sono realizzabili in tutta la gamma cromatica con possibilità di miscelazione dei colori (luce dinamica – RGB) per nuovi effetti cromatici e luminosi, e realizzano Risparmi Energetici che possono raggiungere l’80%, ed una vita media di oltre 50.000h (dato confermato dai produttori primari di LEDs). Ottimizzazione dei costi di gestione. SICUREZZA TOTALE DEI CORPI ILLUMINANTI KLEOS: impianto realizzabile in bassissima tensione di sicurezza (15÷42Vdc), classe III di isolamento (Palo, corpo illuminante, asola, morsettiera, cavo elettrico) conforme alle prescrizioni e norme previste negli impianti SELV.

Sensibilità Ambientale. Per quanto riguarda il rischio di abbagliamento va considerato che la luce dei LED è molto concentrata e intensa: la luminanza di un LED può superare di mille volte quella di un illuminazione normale per cui i limiti di invadenza per illuminazione in interni sono fissati a 1000 candele a metro quadro. Linear LED è una gamma di proiettori di tipo lineare per l’illuminazione a LED utilizzabile nelle diverse configurazioni, illuminazione radente sia di interni ed esterni, a plafone, da incasso e come proiettore.

REGOLAZIONE DEL FLUSSO LUMINOSO SORGENTI KLEOS.it”>illuminazione stradale a led KLEOS: da 0 a 100% (con programmazione automatica per ogni punto luce oppure con centralizzazione che consente il telecontrollo).Array Lo studio ha rilevato possibili danni dovuti all’esposizione alla radiazione blu dei LED e danni dovuti all’abbagliamento. L’illuminazione a LED, quindi, favorisce e garantisce la riduzione dei costi energetici e di conseguenza un minor impatto ambientale senza per questo essere costretti a rinunciare ad una perfetta qualità luminosa. I nostri prodotti si basano su tecnologie proprietarie e brevettate a livello internazionale (PCT) che permettono il contenimento dimensionale dei Corpi Illuminanti e una minima presenza di calore sulle sorgenti quindi una migliore efficienza luminosa (lm/W). Volete dare valore ai vostri angoli e i ai vostri quadri preferiti? Per quanto riguarda la componente blu della luce è stato sperimentato che questa risulta tossica per le cellule della retina le quali subiscono un forte stress ossidativo quando esposte a questa luce.

Temperatura di colore tipica: 3000 a 6500K (Correlated Color Temperature is obtained from the CIE 1931 Chromaticity diagram). Non esiste una soglia minima di tollerabilità e l’effetto negativo aumenta in modo tangibile nei soggetti sensibili che presentano patologie degli occhi, che sono sottoposti ad esposizioni ripetute, per professionisti che devono lavorare con illuminazione ad alta intensità, per soggetti fotosensibilii e per i bambini. Illuminazione a LED sostenibile ed innovativa sono parte degli obiettivi di KLEOS e delle sue applicazioni nate per aumentere la vivibilità degli spazi, interni ed esterni, mediante dinamici effetti luminosi che consentono l’armonizzazione di gamme di colori tendenti all’infinito e di innumerevoli tonalità di luce bianca. Adattamento automatico per diverse tensioni di alimentazione comprese nella gamma di lavoro: il sistema è adeguato per essere alimentato da 15 a 42V, per cui è possibile realizzare impianti SELV su lunghe distanze. Non esiste una soglia minima di tollerabilità e l’effetto negativo aumenta in modo tangibile nei soggetti sensibili che presentano patologie degli occhi, che sono sottoposti ad esposizioni ripetute, per professionisti che devono lavorare con illuminazione ad alta intensità, per soggetti fotosensibilii e per i bambini.